Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in D:\inetpub\webs\zaffiriait\index.php on line 53
Zaffiria Centro permanente per l'educazione ai Mass Media
home > progetti scolastici ed extrascolastici > laboratori anno scolastico 2007/2008

Laboratori anno scolastico 2007/2008

documentazione sintetica

Nel corso dell'anno scolastico 2007/2008 sono stati realizzati quasi sessanta laboratori di educazione ai mass media nelle scuole primarie e secondarie di primo grado della Provincia di Rimini.

 

Grazie a tutte le insegnanti, ai bambini e alle bambine che hanno lavorato con noi.

 

La formazione in Europa

Progetto europeo Euromeduc

 

Faro - febbraio 2009: Educazione ai media e appropriazione di internet da parte dei giovani

 

L'obiettivo del seminario consiste nell'elaborazione e diffusione dei grandi assi di un'educazione critica a internet che sappia integrare le tecnologie mobili e che si indirizza a:

  • gli studenti, sin dalla pi giovane et;
  • gli educatori, nel loro rapporto con i giovani;
  • gli adulti, nell'ambito della loro professionalit o nell'esercizio della cittadinanza attiva.

 

Bruxelles - novembre 2008: L'educazione ai media per tutta la vita

 

Il seminario ha lo scopo di interrogarsi su alcune grandi problematiche:

  • l'identificazione delle istituzioni e dei progetti;
  • un lavoro di monitoraggio rispetto a chi sono i pubblici di riferimento, le loro motivazioni e finalit, le metodologie e i supporti prodotti;
  • l'identificazione dei freni e degli ostacoli che intralciano lo sviluppo di questi progetti;
  • l'identificazione di alcune convergenze a livello europeo e le modalit del loro sviluppo.

 

Parigi - luglio 2008: La riflessione si svilupper a partire dai lavori e dalle sperimentazioni riguardanti i media prodotti dai giovani (sino ai 30 anni) in ambito scolastico e extrascolastico. Si tratter di:
- rintracciare l'insieme delle strutture che lavorano in questo ambito nei vari Paesi dell'Unione Europea , le produzioni su tutti i supporti (cartacei, radio, video, internet) e di sintetizzare i dati disponibili;
- condividere e osservare i contenuti di questi media, gli attori e i contesti, analizzare le modalit operative;
- assemblare monografie di diverse esperienze secondo tre tranche d'et (10-15; 15-20; 20-30) in ambito scolastico ed extrascolastico.

In breve:
 - produzioni dei giovani e acquisizione delle competenze chiave
 - valorizzazione di queste produzioni: quale spazio attribuire e come metterle in reciproca relazione?
 - Quali risorse esistono in questo ambito: la formazione proposta, le associazioni attive.

I lavori preparatori permetteranno di mettere in luce, durante i seminari, alcune grandi problematiche, tra cui:
       il trattamento dell'attualit politica, sociale, culturale nei medi realizzati dai giovani;
       l'impatto delle produzioni nelle loro zone di diffusione e lo spazio dell'espressione giovanile nel tessuto sociale;
       le competenze mediatiche e di cittadinanza che i giovani sviluppano producendo i loro media;
       il grado di indipendenza o autonomia dei giovani in queste attivit, lo spazio e il ruolo degli adulti che li accompagnano;
       il modo in cui i giovani e gli adulti sono formati rispetto a queste pratiche;
       il trattamento della tematica europea e la pratica degli scambi europei nell'ambito di queste produzioni.

Il seminario permetter di definire il livello di sviluppo e diffusione di queste pratiche e di meglio definire il ruolo dell'Europa a fine di dinamizzarle e valorizzarle.

Cos EUROMEDUC: un dispositivo che risponde allevoluzione dei media

I media sono degli strumenti daccesso allinformazione, degli aggiornamenti nellambito delle conoscenze e della cittadinanza di cui occorre padroneggiare la pratica. La loro incessante evoluzione richiede una formazione continuamente rinnovata pena lesclusione dalla societ dellinformazione. Implementando la rete gi costituita attorno alla Carta europea per leducazione ai media (www.euromedialiteracy.eu) e sollecitando esperti, formatori e persone in formazione, Euromeduc assicurer uno scambio delle informazioni e degli strumenti di formazione e una riflessione trasversale. Grazie agli scambi che emergeranno sia dai seminari sia dalla piattaforma di comunicazione, gli uni e gli altri avranno pi elementi a loro disposizione per sviluppare un saper-fare e le attitudini proprie ad una pratica ragionata dei media.
Il cittadino non pi solamente consumatore dei media, oramai ne anche autore e produttore, sempre pi centrale e sempre pi sollecitato. Se dispone degli strumenti tecnici necessari alla produzione di informazione, non le utilizza per necessariamente a beneficio di una cittadinanza attiva e responsabile.
Educazione ai media e educazione alla cittadinanza si incontrano in questo punto. Produrre un messaggio loccasione per padroneggiare un elemento fondamentale della cultura europea: la libert despressione.

Gli obiettivi del progetto Euromeduc:

Euromeduc intende promuovere, in Europa, l'educazione ai media per tutta la vita:
- contribuendo allo sviluppo delle competenze necessarie all'educazione e alla formazione per tutta la vita
- permettendo la costruzione di attitudini e competenze di cittadinanza, specificamente in una prospettiva di cittadinanza europea.
Per raggiungere questi obiettivi occorre accrescere la qualit, la coerenza e la pertinenza dei progetti e delle azioni di educazione ai media nei Paesi membri e sul piano europeo. Gli obiettivi sono:
a) predisporre un dispositivo strutturato per lo scambio e la diffusione dei risultati nell'ambito dell'educazione ai media. Riunir in maniera trasversale, diversi attori di questo ambito: ricercatori, esperti, responsabili educativi, rappresentanti di associazioni, media educator e specialisti dell'educazione ai media in Europa e fuori dall'Europa. Il progetto sar promosso e organizzato in stretta collaborazione con la rete europea esistente: Euromedialiteracy.
b) alimentare e potenziare le reti esistenti permettendo di far circolare e valutare i risultati ottenuti dai programmi di ricerca, dalle buone pratiche e dagli strumenti sviluppati.
c) sostenere l'accesso al network di attori e strutture pi piccole al fine di favorire una migliore integrazione europea di queste strutture e permetter di beneficiare del loro potenziale di innovazione.
d) Avviare e strutturare tra gli attori che si occupano a vario titolo di educazione ai media degli scambi pi intensivi, strutturati e trasversali; permettendo loro di dialogare efficacemente e di costruire una politica di educazione ai media pi vicina ai loro bisogni e alle loro esigenze
e) Identificare i limiti, le opportunit e le azioni da intraprendere e a partire da queste proporre delle raccomandazioni di portata educativa, scientifica e politica.
f) assicurare una diffusione ottimale dei risultati di questo progetto grazie alla cooperazione trasversale (on-line e in presenza) dei risultati di ricerca e delle buone pratiche.